La ferrovia e le stazioni di Loano e Pietra Ligure

Per qualche motivo, tecnicamente incomprensibile, Trenitalia da anni non fa più fermare i treni veloci né a Loano né a Pietra Ligure. Mentre li fa fermare a Finale Ligure, Albenga, Alassio e Andora.
Certo, se si guarda solo ai numeri degli abitanti dei luoghi interessati, si può concludere - così come probabilmente si è pensato, da parte di chi ha steso i progetti dello spostamento a monte - che si tratti di cittadine intorno o inferiori ai 10.000 abitanti, dunque tali da non me-ritare una stazione di un certo riguardo.
Invece, guardando da un punto di vista più inclusivo - documentato dalle fotografie satellitari allegate, oltre che dalla sottostante tabella - si vede che il bacino d'utenza intorno a Loano è così densamente abitato da costituire un insieme compatto di 40.000 residenti stabili (che d'estate quadruplica, come quello di Borghetto e di Pietra), a cui vanno raggiunti almeno altrettanti che ci abitano senza essere ufficialmente residenti: quindi più importante di Albenga (28.000 resi-denti, con un aumento estivo molto meno importante) per non parlare di Finale (14.000 residen-ti) e di Alassio (13.000 residenti).

Numero abitanti delle località interessate dallo spostamento a monte della ferrovia
Alassio
Laigueglia
 
 
Albenga
Cisano
Ortovero
 
 
Ceriale
 
Finale Ligure
Calice
Feglino
 
11.268
2.059
13.327
 
25.588
1.781
1.317
28.686
 
5.773
 
11.794
1.500
856
14.150
 
Loano
Boissano
Borghetto
Toirano
 
 
 
Pietra Ligure
Giustenice
Borgio Verezzi
Tovo S. Giacomo
 
 
 
Loano + Pietra + Ceriale
11.419
2.216
5.379
2.310
21.324
 
 
9.077
922
2.358
2.310
14.667
 
 
41.764


Non si capisce perché si privilegino stazioni come Finale ed Alassio, con un bacino d'utenti e con un'attrazione ben inferiore a quello dell'insieme Loano/Pietra/Borghetto.
Così come non si capisce perché le Ferrovie non decidano, piuttosto, di scegliere tra Loano e Pietra, due stazioni separate solo da un paio di chilometri, costringendo molti a scegliere tra Albenga e Finale per poi farsi la dozzina di chilometri che li separa da Loano con mezzi pubblici lenti e radi, taxi o auto private. Col risultato di raddoppiare il tempo occorrente da Genova a Loano e/o Pietra Ligure.
E non stanno in piedi neppure le distanze, perché tra Albenga e Alassio ci sono solo otto chilometri e ce ne son anche meno tra Alassio e Andora. Mentre tra Finale e Albenga ce ne sono più di venti, abbastanza da giustificare una fermata intermedia. Appunto Loano oppure Pietra. Anche se Loano è più grande e più baricentrica. E su Loano gravitano più centri abitati di quelli che gravitano su Pietra, come mostrato nella nostra tabella.
Non voler guardare alla geografia locale rischia di danneggiare il turismo dell'insieme Loa-no/Pietra ecc senza fornire alle ferrovie nessun vantaggio concreto, anzi portando ad una riduzione dei clienti, in barba a tutte le pretese di migliorare l'ambiente e di ridurre il traffi-co automobilistico superfluo.
Filippo BONFIGLIETTItel: 019 668 651 email: filippo@bonfiglietti.net