La Portaerei Scomparsa del Generale Bonfiglietti

La realizzazione di una nave da guerra importante può dare molto prestigio - soprattutto in un regime dittatoriale e aggressivo - a chi ha dedicato trent’anni della propria vita a costruirle e gli ultimi dieci a progettarle.
Ma se l’opera non viene portata a termine, allora ecco che, oltre al prestigio, scompare anche il ricordo di una grande impresa.
Questo libro ripercorre la vicenda in un ufficiale della marina italiana, Filippo Bonfiglietti, e del suo progetto più significativo: la prima portaerei italiana. Disegnata alla fine degli anni Venti, l’opera non fu mai portata a termine per via di un errore strategico dettato da un incomprensibile atteggiamento dogmatico.
Per raccontare il notevole contributo che Bonfiglietti offrì all’evoluzione tecnica della Marina italiana, il punto di partenza non poteva essere che questa nave portaerei tornata alla ribalta solo in tempi recenti dopo ottant’anni di oblio. Attraverso lo studio della cospicua mole di documentazione ritrovata e al dettaglio del suo contenuto, emerge l’indubbia lungimiranzadi quello che può essere considerato il primo tentativo mai intrapreso dagli organi tecnici della Regia Marina in materia di portaerei. Il clima politico sfavorevole vanificò lo sforzo del generale Bonfiglietti ma non è riuscito a cancellare il ricordo di una grande pagina di storia.

Articolo de "La Stampa"Scarica il pdf


Filippo Bonfiglietti, La Portaerei Scomparsa del Gen. Bonfiglietti, Jouvence (Mimesis), 2014.


La Portaerei Scomparsa del Generale Bonfiglietti
La Portaerei Scomparsa del Generale Bonfiglietti
Filippo BONFIGLIETTItel: 019 668 651 email: filippo@bonfiglietti.net